Soluzioni sostenibili per la gestione del ciclo di vita
(LCM) di trasformatori elettrici con oli isolanti

tumiatti

Sea Marconi dimostra la formazione di nanotubi in carbonio per auto del futuro​.

  • 28/01/2016

Si è concluso con risultati eccellenti il progetto Drapò, finalizzato allo studio di sistemi e componenti per il recupero dell’energia e l’efficienza energetica di autoveicoli, o più semplicemente rivolto allo studio dei materiali che saranno impiegati nelle auto del prossimo futuro. 
Il progetto, coordinato dal Centro Ricerche Fiat, è stato finanziato dal PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE “Competitività regionale e occupazione” F.E.S.R. 2007/2013, ed ha visto la partecipazione di oltre 40 partner fra imprese private, centri di ricerca ed Università piemontesi. 
Tornando ai risultati del progetto, Sea Marconi può ritenersi orgogliosa di questa esperienza, nell’evento conclusivo del 26 ottobre 2015 al Centro Ricerche Fiat abbiamo mostrato l’impianto grazie al quale, per la prima volta, è stato possibile formare delle strutture nanotubolari in carbonio ad altissimo valore aggiunto a partire da determinate matrici carboniose di scarto come ad esempio i pneumatici usati. 
I "NanoTubi di Carbonio" (CNT – Carbon NanoTubes) prodotti dalla tecnologia Sea Marconi sono il risultato di circa 36 mesi di ricerca e sviluppo, in cui siamo riusciti a mettere in campo competenze straordinarie con la peculiarità di essere trasversali, caratteristica senza la quale un simile traguardo non sarebbe stato raggiunto. 

filippine

Gli esperti del governo delle Filippine scelgono Sea Marconi per formarsi sul PCB.

  • 28/01/2016

Tra le attività di fine 2015 da ricordare vi è sicuramente il training che Sea Marconi ha erogato ad una delegazione governativa filippina. In particolare dal 17 al 20 novembre, 14 componenti del Philippine Environmental Management Bureau (EMB), del dipartimento Ambiente e risorse naturali nazionale, hanno partecipato ad un percorso di alta formazione sulla gestione del problema PCB. 
Il programma formativo è stato strutturato per l’appunto in 4 giornate, nella prima, teorica, si è introdotto il tema del PCB (definizioni, identificazione, inventario); il secondo giorno, teorico-pratico, si è affrontata prima l’analisi dei PCB nel laboratorio accreditato Sea Marconi, e poi le tecnologie didecontaminazione/smaltimento dei fluidi contaminati da PCB; la terza giornata è stata dedicata al quadro normativo internazionale (IEC, CENELEC, ecc.); la quarta giornata è stata impiegata nella visita di un cantiere nel quale era in corso un trattamento di decontaminazione by Sea Marconi. 
In totale Sea Marconi ha messo in campo ben 6 formatori, ognuno estremamente competente e specializzato nel suo ambito. I formatori intervenuti facevano tutti parte dell’organico Sea Marconi tranne uno, infatti ci siamo avvalsi anche della competenza del prof. Massimo Pompili dell’Università la Sapienza di Roma, il quale, grazie anche al suo ruolo di Secretary dell’IEC TC 10 sui fluidi isolanti, è tra le persone più qualificate a livello internazionale in questo ambito. 
Negli ultimi anni i contatti con le Filippine si sono incrementati, ricordiamo nell’aprile 2011 l’invito delle autorità locali a Manila e Davao per presentare le soluzioni Sea Marconi al problema PCB e poi, nel novembre 2012, la visita di una delegazione dalle Filippine per l'accreditamento e l'auditing della soluzione “PCB Free Program” by Sea Marconi.

valder tumiatti

Sea Marconi alla conferenza internazionale sul Biorefinery.

  • 28/01/2016

Tra gli eventi di fine 2015 da ricordare non ci sono soltanto quelli connessi al mondo dei trasformatori, ma anche quelli collegati all’ambito della bioenergia e dei bioprodotti.

Per questo motivo l’1 ottobre 2015 Vander Tumiatti ha risposto positivamente all’invito di tenere uno speech alla conferenza “Biorefinery I: Chemicals and Materials fromThermo-Chemical Biomass Conversion and Related Processes” che si è tenuta a Creta (Grecia) tra il 27 settembre ed il 2 ottobre scorsi.

L’evento è stato organizzato dall’ECI (Conferenze Engineering International), un programma non-profit per la divulgazione scientifica di tematiche legate all’ingegneria ed ha rappresentato un prestigioso punto di incontro dei massimi esperti mondiali sulle seguenti tematiche:

-   Light oxygenates, phenols and aromatics

-   Adhesives and lubricants / feed / Food and additives

-   Specialties, pharmaceuticals, fine chemicals and fibrous products

-   Synthetic fuels, charcoal (derivatives) and other commodity chemicals

-   Plastics and Synthetic fuels

Lo speech Sea Marconi si è inserito proprio in quest’ultima sessione, trattando un esempio reale di conversione di biomassa in biomateriali e bioenergia, tra cui anche biocarburante. La presentazione aveva il seguente titolo: “A flexible three-stage thermochemical conversion process”, cioè “un processo di conversione termochimica flessibile a tre stadi”. 
Sea Marconi sta puntando molto su questo filone di ricerca, i numerosi bandi di ricerca che l'azienda ha saputo aggiudicarsi hanno permesso di raggiungere risultati tangibili, innanzitutto con lo sviluppo di concept di processo estremamente innovativi e poi con l'implementazione di soluzioni tecnologiche (vd. Lorver) sorprendenti, peraltro già coperte da brevetto.