Soluzioni sostenibili per la gestione del ciclo di vita
(LCM) di trasformatori elettrici con oli isolanti

Depolarizzazione selettiva da zolfo corrosivo

Nel 2005 il laboratorio Sea Marconi ha scoperto la causa dei numerosi guasti genericamente attribuiti allo zolfo corrosivo, individuando come principale responsabile il DBDS (dibenzildisolfuro), un additivo aggiunto per migliorare la qualità degli oli ma molto pericoloso per le sue affinità con il rame. In sintesi il DBDS si lega al rame presente all’interno del trasformatore formando solfuro di rame. Questo composto conduttivo ha la tendenza a staccarsi dalle superfici di rame e a depositarsi sulle carte che poco a poco perdono le loro proprietà isolanti con il rischio di pericolose scariche elettriche.

Qualche mese dopo la scoperta del DBDS e dei meccanismi di guasto, la Ricerca Sea Marconi ha sorprendentemente offerto al mercato una soluzione al problema: la Depolarizzazione Selettiva Chedcos®. Questo processo elimina i contaminanti corrosivi solforati come il DBDS nell’olio, blocca la formazione di solfuro di rame e consente allo stesso tempo di ripristinare le proprietà chimico-fisiche originarie del fluido (l’acidità, il Tgdelta, metalli disciolti) senza sostituire l’olio o svuotare il trasformatore, neppure parzialmente. Grazie a speciali unità mobili (DMU), l’olio viene filtrato, deumidificato, degasato e depolarizzato dai composti corrosivi impiegando reagenti brevettati da Sea Marconi. Al termine del trattamento.

Sea Marconi esegue una nuova analisi dell’olio isolante per certificare l’avvenuta decontaminazione e l’eliminazione del DBDS. Attualmente la Depolarizzazione Selettiva da Zolfo corrosivo by Sea Marconi è l’unica soluzione realmente efficace e duratura al problema delle corrosività degli oli.