Soluzioni sostenibili per la gestione del ciclo di vita
(LCM) di trasformatori elettrici con oli isolanti

Altri trattamenti

Riempimento sotto vuoto e trattamento dell'olio

Questi trattamenti si applicano nei seguenti casi:

  • primo riempimento di apparecchi nuovi giunti sul luogo di installazione riempiti di azoto secco in leggera sovrappressione
  • a seguito di interventi di manutenzione che hanno richiesto lo svuotamento dell’olio parziale o totale dell’olio

Le prescrizioni contenute nella presente specifica si applicano per apparecchiature di

grande potenza a tensione massima superiore a 72,5 kV, riempite con oli isolanti

minerali, inibiti o non inibiti, rispondenti all’origine alle specifiche della Norma IEC 60296

Il servizio è comprensivo delle seguenti attività:

  1. Trasporto a/r del personale, degli impianti tecnologici e delle attrezzature dalla Sea Marconi al luogo di erogazione del servizio indicato dal Cliente
  2. Installazione e allestimento del cantiere, collegamento idraulico e elettrico degli impianti di trattamento
  3. Analisi DEOSVISION® di controllo qualità dell’olio nuovo
  4. Trattamento preliminare dell’olio nuovo
  5. Preparazione del trasformatore al vuoto
  6. Applicazione del vuoto
  7. Riempimento parziale sottovuoto
  8. Riempimento finale verifica dei livelli e sfiati
  9. Riempimento degli accessori
  10. Trattamento finale dell’olio
  11. Analisi DEOSVISION® di controllo qualità a fine intervento

Inibizione

A seguito dei trattamenti di depolarizzazione da zolfo corrosivo e la conseguente rimozione del DBDS, può essere necessario ripristinare la stabilità all'ossidazioen dell'olio mediante l'aggiunta di un additivo antiossidante come il DBPC (2,6-Di-Ter-Butil-Paracresolo) o il Di-Ter-Butil-Fenolo.

Passivazione

Il problema dello zolfo corrosivo può essere contrastato in maniera efficace e definitiva solo mediante la depolarizzazione selettiva Chedcos, tuttavia (leggi qui) Sea Marconi è in grado di eseguire anche il trattamento di passivazione che però tende a perdere efficacia nel tempo.

Questa operazione consiste nell'aggiungere all'olio corrosivo un additivo passivante (ToluilTriazolAmmina o Ciba-Irgamet 39 o NyPass) che ha l'obiettivo di proteggere le superfici in rame dall'attacco dei composti corrosivi come il DBDS.